«L'Etna diventa attrattiva per i cicloturisti» 
Ecco quanto annunciato in data 10 Marzo 2020 dal giornale La Sicilia.
Finalmente l'Etna, luogo di inestimabile valore naturalistico, si prepara ad accogliere in modo professionale nonché nel rispetto dell'ambiente e della sicurezza, un nuovo settore in rapida ascesa...il cicloturismo.
Al termine dell'intenso weekend di formazione a cura di Amibike, da anni sul campo per portare “in alto” il turismo in alta quota, possiamo dire di aver tracciato un sentiero verso nuove opportunità di turismo pulito e responsabile. 
Sarà presto attivo il primo centro dotato di guide professionali e certificate nel sud Italia,  coordinato dal maestro Massimo Scalia e coadiuvato dai nuovi istruttori di mountain bike e bici da strada che durante il weekend formativo hanno ottenuto l'importante certificazione di Accompagnatore mountain bike. 
Durante la formazione i nuovi istruttori hanno potuto conoscere più a fondo le tecniche di guida, di cartografia, pronto soccorso, meccanica e meteorologia; conoscenze che metteranno a disposizione dei turisti per essere in grado di fronteggiare eventuali imprevisti e situazioni che richiedano conoscenze specifiche. Sarà così possibile godere della maestosità dei paesaggi vulcanici della nostra amata Etna, dalle adrenaliniche discese tra percorsi aridi e sterrati e lussureggianti boschi, alle strade del territorio Etneo, in tutta sicurezza e con la massima professionalità. 
Questa, oltre ad essere un' opportunità per assaporare le bellezze che ci ha offerto Madre natura in totale armonia con l'ambiente circostante, è anche «un'importante opportunità occupazionale legata al territorio e molto ricercata dai tour operator che possono sfruttarne la professionalità» e che ci auspichiamo verrà sfruttata al meglio per portare “in alta quota” il cicloturismo e ancora più in alto il turismo nel Mezzogiorno.